Stregonerie mitologiche ed esercizi di «connoisseurship» tra le opere romane di Domenicus van Wijnen

Tania De Nile

Resum


La parabola artistica di Domenicus van Wijnen, pittore olandese attivo a Roma tra il 1675 e il 1685 c., rappresenta un interessante esempio dell’adattamento di un genere pittorico nordico al contesto collezionistico italiano. Attraverso l’analisi di un gruppo di opere incentrate su tematiche magico-stregonesche, il contributo intende infatti presentare la strategia commerciale intrapresa dall’artista per inserirsi nel mercato romano. In primo luogo si evidenzia che, nella trattazione di soggetti non comuni e fi nanche censurabili in Italia, egli predilige non a caso
episodi del mito e della letteratura antica e moderna, specializzandosi nella realizzazione di stregonerie mitologiche. Inoltre, tali dipinti si qualifi cano come la traduzione nordica di un campionario di fonti fi gurative romane, il cui riconoscimento e il conseguente piacere del disvelamento sono possibili soltanto attraverso un meticoloso esercizio di connoisseurship


Text complet:

PDF (Italiano)


DOI: https://doi.org/10.1344/actaartis.6.2018.27488

Enllaços refback

  • No hi ha cap enllaç refback.
RCUB revistesub@ub.edu Avís Legal RCUB Universitat de Barcelona