Lo spazio urbano attraverso i sensi: mappatura dei territori e orditura dei fatti

Liliana Fracasso

Resumen


La relazione ripercorre i principali processi che destrutturato la città moderna, ne tratteggia gli elementi caratterizzanti e ne evidenzia gli effetti sullo “spazio” e sul “pubblico”. Si argomenta che la privazione sensoriale, l’inerzia del contemplatore o la ricezione distratta alla quale è sottoposto l’abitante della città globale, possono essere contrastati in ambito locale, adottando nel progetto di riqualificazione urbana, un approccio artistico e partecipativo. A tale scopo si presenta il modus operandi di alcuni collettivi di artisti italiani e spagnoli che sostengono il valore dell’esperienza diretta, della ricerca-azione e dell’uso dei sensi per la mappatura del territorio. Inoltre, da un’esperienza di arte relazionale condotta nel Centro di Salute Mentale di Troia -che attraverso il gioco ha messo in relazione le caratteristiche degli spazi pubblici con il sentire soggettivo- sono emerse delle potenzialità, da una parte, per affrontare il tema della disaffezione ai luoghi presente in determinate categorie sociali oggetto di stigmatizzazione e, dall’altra, favorire il racconto biografico, anello di congiunzione dell’individuo con la società.

Texto completo:

HTML (Italiano)


Copyright (c)

RCUB revistesub@ub.edu Avís Legal RCUB Universitat de Barcelona